PISTA VELLO-TOLINE(BS), REGIONE MONITORA TRACCIATO

(Milano, 07 Febbraio) "I tecnici regionali si sono già attivati con la Provincia di Brescia e con la Comunità Montana Sebino Bresciano, per verificare cosa intendano fare per riaprire la pista ciclopedonale Vello-Toline, perché la messa in sicurezza delle pareti rocciose sovrastanti il tracciato e il conseguente finanziamento dei circa 2 milioni di euro necessari a ripristinare i tre stralci funzionali competono agli Enti locali e non alla Regione, che si occupa della promozione delle piste ciclabili in quanto tali". Così l'assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo ha risposto oggi in Consiglio regionale a un'interrogazione dei Gruppi di minoranza circa l'impegno della Regione per riaprire la pista ciclopedonale chiusa da oltre un anno per una frana. "La Giunta regionale pone grande attenzione al tema delle piste ciclabili" ha detto l'assessore, ricordando che "mentre è in corso la redazione del Piano regionale per la mobilità ciclistica, con una delibera dell'agosto 2010 sono già stati cofinanziati interventi per 6,8 milioni di euro, per favorire l'uso della bicicletta". All'interno di questo bando la Comunità montana ha presento un progetto inerente la Vello-Toline, denominato 'Adeguamento e messa in sicurezza della pista ciclabile Vello-Toline in funzione dell'intermodalità di scambio ferro-gomma-acqua'. "Malgrado lo scopo del nostro bando fosse favorire l'intermodalità tra le biciclette e le altre forme di mobilità - ha spiegato l'assessore - il progetto è risultato ammissibile e si è classificato al 61° posto su 233 in graduatoria, con la richiesta di un finanziamento di 720.000 euro, pari al 90 per cento della spesa ammissibile. Le risorse disponibili erano però solo 6,8 milioni e dunque si sono potuti cofinanziare solo i primi 19 progetti in graduatoria. Al momento non ci sono risorse aggiuntive, perché così prevede il bilancio regionale, che possano consentire di provvedere allo scorrimento della graduatoria".

"Noi non siamo in grado di dire quanto tempo occorra per riaprire al traffico il tracciato - ha proseguito l'assessore - ma ho già chiesto ai miei uffici di verificare insieme alla Provincia e alla Comunità montana cosa intendano fare in mancanza del contributo regionale e se tali opere sono state inserite tra le priorità di investimento, ma non ho ancora avuto risposte". Cattaneo ha inoltre ricordato che Regione Lombardia ha inserito il percorso ciclabile lungo la sponda del Lago d'Iseo che arriva fino alla Valle Camonica fra i percorsi di valenza regionale all'interno del piano della mobilità ciclistica.

  • Scrivimi

Credits