CATTANEO: LA SCUOLA CHE VOGLIAMO DEVE "PREPARARE ALLA VITA"

(Varese 15/02/2013) Nella sala del teatro Santuccio di Varese abbiamo approfondito con insegnati, presidi ed esperti del settore il tema della scuola e dell'educazione dei giovani. La scuola, troppo spesso considerata strumento per preparare al lavoro, deve invece riprendere il suo compito di “preparazione alla vita”. L’educazione ha un ruolo decisivo nella realizzazione della persona. Regione Lombardia con le scelte compiute per l’istruzione e la formazione professionale si è già concretamente impegnata in questa direzione. Ma si può fare di più. Per questo motivo abbiamo condiviso un documento il cui primo obiettivo è che nella prossima legislatura si misuri in modo organico tutte le competenze, esclusive e concorrenti, che le sono state attribuite con la riforma del titolo V della Costituzione. In primo luogo è prioritario garantire la libertà di educazione attraverso la libertà di scelta. Vogliamo inoltre rafforzare la diffusione, stabilizzazione, istituzionalizzazione del rapporto tra scuola e lavoro, nelle diverse forme con cui può essere presente (alternanza, stage, apprendistato, ecc.).Ancor più importante è il sostegno all’esercizio dell’autonomia delle istituzioni scolastiche, in particolare nel loro rapporto con il territorio, nella definizione dell’offerta formativa. Senza dimenticare la valorizzazione del lavoro docente – orientato ad un approccio centrato sull’apprendimento – attraverso il riconoscimento - anche economico - della qualità del servizio prestato con una contrattazione di secondo livello regionale che premi il merito.


  • Scrivimi

Credits