ELEZIONI REGIONALI 24 - 25 FEBBRAIO





Cara Amica, Caro Amico,



siamo vicini alla fine di questa campagna elettorale certamente intensa e fatta di tanti confronti sulle ragioni di una scelta. Ho voluto parlare con chiunque volesse farlo, attraverso visite sul territorio, nei luoghi di lavoro, nelle realtà sociali ed educative, nei mercati, nei gazebo, in numerosi incontri pubblici, nei bar, finanche nelle case. Non ho scelto la visibilità, ma l'incontro personale: pochi manifesti, nessuno striscione, non avete visto la mia faccia sorridervi dagli autobus, ma chi ha voluto ha potuto confrontarsi con me di persona.



Il mio ringraziamento va ai numerosi amministratori locali che hanno speso il loro tempo per discutere dei problemi e delle opportunità del nostro territorio. Ai rappresentanti delle associazioni di categoria e di settore con cui abbiamo approfondito i problemi specifici delle varie realtà. Agli imprenditori che mi hanno permesso di visitare le loro imprese e ai tanti “imprenditori sociali” che mi hanno aperto le porte delle loro opere assistenziali, educative, di volontariato. A chi mi ha aperto la propria casa, facendomi incontrare amici e familiari.

Da questi dialoghi, ho raccolto molti spunti di lavoro per l’attività politica in Consiglio regionale, di cui intendo farmi carico. Ma ancor più ho toccato con mano la rabbia, l'insoddisfazione verso la politica, il desiderio di cambiamento. E ho potuto spiegare, oltre a quanto realizzato negli anni passati e a quanto intendo fare nei prossimi anni, i motivi che mi hanno portato a ricandidarmi nel PDL e a sostenere Maroni Presidente, all'insegna del realismo di chi intende la politica come azione possibile e della necessità di evitare il successo di chi ha una concezione culturale e politica opposta alla mia.



Ma ora occorre un ultimo sforzo: queste sono le ore decisive e ci sono ancora molti elettori indecisi e tanti amici che in passato hanno votato il centrodestra e che oggi sono incerti. È dal loro voto che dipenderà l’esito delle elezioni. Potranno convincersi solo grazie alle ragioni di un amico di cui si fidano. Un amico che come me ha a cuore il territorio e il suo futuro.


C’è nel nostro territorio una pluralità d’iniziative belle e utili per tutti, di tentativi positivi, di capacità di costruire risposte concrete al bisogno. C’è moltissima operosità e non si è perso il gusto di fare e fare bene per sé e per gli altri. Questo è il senso più profondo del mio restare in politica: valorizzare tutti questi tentativi, aiutare a esistere tutto ciò che c’è, sostenere e non complicare la vita e il lavoro di ciascuno, continuare un impegno nelle istituzioni con la forza dei risultati concreti.



Per poterlo fare chiedo ancora il tuo aiuto: domenica 24 e lunedì 25 febbraio ci saranno le Elezioni Regionali. È importante andare a votare ed è altrettanto importante usare il voto di preferenza che è un grande strumento di democrazia.



Sulla scheda verde, quella delle elezioni regionali, ti chiedo di crociare il simbolo del POPOLO DELLA LIBERTA' e scrivere CATTANEO nello spazio accanto. Ti chiedo ancor più di convincere a fare altrettanto i tuoi familiari e i tuoi amici, portando al voto almeno un indeciso.



Ti ringrazio per quanto potrai fare! Il tuo contributo è prezioso per me e per la Lombardia.

Un caro saluto,

Raffaele Cattaneo

  • Scrivimi

Credits