Vertice al Pirellone con la delegazione svizzera





Milano, 29 luglio 2013 – I problemi dei lavoratori frontalieri, il programma di cooperazione transfrontaliera 2014-2020, mobilità e infrastrutture (Arcisate-Stabio, Alptransit, parcheggi di interscambio), le tematiche ambientali, una presenza significativa della Confederazione Elvetica a Expo 2015, un confronto sulle diverse forme istituzionali: sono stati i punti principali affrontati oggi pomeriggio durante l’incontro tenutosi a Palazzo Pirelli dove il Presidente Raffaele Cattaneo, insieme alla Presidente della Commissione speciale “Rapporti tra Lombardia, Confederazione Elvetica e Province autonome” Francesca Brianza, ha ricevuto la delegazione elvetica del Gran Consiglio della Repubblica e Cantone Ticino guidata da Alessandro Del Bufalo, presidente del Parlamento cantonale, e composta dal Vice Presidente Luca Pagani e dai membri dell’Ufficio presidenziale. “L’istituzione della Commissione speciale ‘Rapporti tra Lombardia, Confederazione Elvetica e Province autonome’ dimostra l’importanza che questo Consiglio regionale attribuisce alle buone relazioni tra Lombardia e Svizzera, nel segno di un dialogo permanente tra i nostri territori –ha affermato in Presidente Raffaele Cattaneo in apertura dei lavori–. L’incontro ha l’obiettivo di rinsaldare lo spirito collaborativo che negli ultimi anni ha sostenuto la politica di Regione Lombardia e che sono certo continuerà ad esserci e a produrre risultati buoni, condivisi, nell’interesse dei cittadini lombardi”. Molti i temi affrontati su cui operativamente Lombardia e Canton Ticino dovranno lavorare insieme: “Abbiamo condiviso un’agenda di lavoro serrata che coinvolgerà anche la Giunta regionale della Lombardia e il Consiglio di Stato del Canton Ticino –ha aggiunto Cattaneo-. Questo è un segno concreto della volontà da parte di entrambe le parti di voler collaborare in modo proficuo su questi temi di interesse comune. Restituiremo entro la fine dell’anno la visita agli amici Svizzeri per proseguire nel lavoro comune in particolare su cooperazione transfrontaliera, expo, ambiente e infrastrutture”. “L’obiettivo della nostra Commissione è quello di approfondire e incrementare i punti di contatto –ha spiegato Francesca Brianza (Lega Nord), Presidente della Commissione speciale “Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome–. Un primo nodo da sciogliere riguarda i 270 milioni di euro del fondo disoccupazione dei frontalieri che dovrà essere messo a disposizione fino all’esaurimento. Insieme proveremo ad affrontare il tema della delocalizzazione, dovuto all’eccesso della burocrazia e della tassazione in Italia. Noi saremo il collettore delle istanze di parte lombarda, e oltre ai temi economici e del lavoro ci confronteremo su cultura e turismo”. Hanno partecipato ai lavori anche il Consigliere Segretario Daniela Maroni (Lista Maroni Presidente), il Presidente della Commissione Ambiente Luca Marsico (PdL), i Consiglieri regionali Maria Teresa Baldini e Stefano Bruno Galli (capogruppo Lista Maroni Presidente), Francesco Dotti (Fratelli d’Italia), Onorio Rosati e Luca Gaffuri (PD), Stefano Buffagni e Paola Macchi (M5Stelle), gli Assessori regionali all’Ambiente ed Energia Claudia Terzi e all’Economia Massimo Garavaglia. L’incontro, oltre a individuare i temi prioritari rispetto ai quali concentrare l’impegno di tutti e sviluppare la collaborazione, ha permesso di sviluppare un’agenda di lavoro da attuare in stretto raccordo con gli esecutivi lombardo e ticinese. Un ulteriore vertice si terrà prossimamente a Bellinzona dove saranno approfonditi in particolare situazione specifiche legate ai temi emersi nell’incontro di oggi.

  • Scrivimi

Credits