Sabato a Palazzo Pirelli l'inaugurazione di Anthropos, cinque continenti in mostra in una nuvola

Milano, 12 novembre 2014 – “Anthropos ha il grande merito di approcciarsi a Expo 2015 mettendo al centro l’uomo nella sua dimensione globale, andando così oltre quello che è il semplice aspetto economico e commerciale che riguarda l’esposizione universale milanese. Questa mostra aiuta tutti noi a interrogarci sulla vera natura dell’uomo e sul suo futuro, mettendo direttamente in relazione tra loro le diverse culture e civiltà del pianeta”.
E’ così che il Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo ha introdotto questa mattina la conferenza stampa di presentazione della mostra “Anthropos”, patrocinata dal Consiglio regionale della Lombardia, che sarà allestita allo Spazio Belvedere di Palazzo Pirelli e inaugurata sabato 15 novembre alle ore 11.
L’iniziativa è promossa da AICCRE Lombardia (Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa), dall'Associazione Consiglieri Regionali della Lombardia e dai Musei Vaticani. Allo Spazio Belvedere saranno esposti 26 pezzi provenienti da tutto il mondo e concessi in via del tutto eccezionale dal Dipartimento di Etnologia dei Musei Vaticani, alcuni dei quali doni al Pontefice e rappresentativi delle culture dei popoli di tutto il mondo.
Ci sarà il più antico ‘strumento da cucina’ proveniente da Middeldrift in Sud Africa, utilizzato circa 2 milioni di anni fa per rompere le ossa degli animali e cibarsi del midollo; un set da pic nic giapponese del XVII secolo insieme ad un’armatura da samurai a rappresentare l’Oriente; un calendario portatile datato 1650 in corno di renna utilizzato dai marinai della Popolazione Sami all’estremo lembo settentrionale dell’Europa. Una Madonna con bambino proveniente dall’Oceania, una maschera rituale Inuit dallo stato più settentrionale dell’America, l’Alaska. E ancora il noto “Cristo Albero della vita” donato a Papa San Giovanni Paolo II nel corso della sua visita in Malawi del 1989.
“Vogliamo mettere evidenza come popoli spazialmente e temporalmente lontanissimi possano essere accomunati da valori, principi, arte e materia –ha detto il Presidente di AICCRE Lombardia Luciano Valaguzza-. Gli oggetti scelti rappresentano tutto il pianeta, per raffigurare un’ampia gamma di esperienze e rispecchiare intere società senza nessun pregiudizio. Un grazie doveroso va a tutti quanti hanno contribuito alla realizzazione di questo evento, assicurando gratuitamente il proprio impegno e contributo. Con questa mostra noi vogliamo offrire un valore aggiunto a Expo 2015 sollecitando domande e riflessioni nell’animo umano”.
Al 31° piano di Palazzo Pirelli sarà ricreata una atmosfera suggestiva con nuvole artificiali dentro le quali il visitatore effettuerà il percorso guidato. L’appartenenza delle opere d’arte e dei manufatti ad uno specifico continente sarà inoltre abbinata allo sprigionarsi di una profumata essenza o di una musica: ogni opera sarà contestualizzata attraverso immagini e video che ne ricreeranno origini e storia.
“La Chiesa guarda a Expo 2015 con grandi attese e interesse –ha concluso Monsignor Luca Bressan, Vicario episcopale per la Cultura, la Carità, la Missione e l’Azione sociale- consapevoli che non di solo cibo e beni materiali si nutre l’uomo, ma anche e soprattutto di arte, cultura e spiritualità. E questa mostra ha il merito di porre l’attenzione proprio su questo obiettivo: dare un senso vero e profondo alla vita dell’uomo”.
La mostra sarà ospitata a Palazzo Pirelli presso lo Spazio Belvedere al 31° piano (ingresso da Spazio Regione in Via Fabio Filzi, 22) dal 15 al 30 novembre, con i seguenti orari di apertura: da lunedì a venerdì ore 14-20 (ultimo ingresso 19.15); sabato ore 10-20 (ultimo ingresso 19.15); domenica ore 10-20 (ultimo ingresso 19.15).
L’ingresso è libero e gratuito, ma consentito solo su prenotazione obbligatoria tramite il sito www.consiglio.regione.lombardia.it, dove i visitatori dovranno compilare il format pubblicato.

  • Scrivimi

Credits