LOMBARDIA. BERGAMO





INAUGURATO DA CATTANEO ASSE INTERURBANO

(Bergamo, 25 Novembre) Con l'apertura al traffico del tratto compreso tra la S.P. 166 a Terno e lo svincolo con la S.S. 342 a Mapello, è stato completato oggi il 1° Lotto dell'Asse Interurbano di Bergamo. All'inaugurazione dell'opera, che si colloca nel quadro di riassetto della viabilità primaria della città di Bergamo, è intervenuto l'assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo, insieme all'assessore regionale all'Ambiente, Energia e Reti Marcello Raimondi; presenti inoltre il vice ministro alle Infrastrutture Roberto Castelli, il vice presidente provinciale e assessore alla viabilità Giuliano Capetti, i sindaci dei Comuni interessati, il direttore centrale Nuove costruzioni dell'Anas Alfredo Bajo e il capo compartimento Anas Lombardia Claudio De Lorenzo. "Dopo la conferma ai finanziamenti per la variante di Zogno, i lavori alla variante SS 42 da Albano Sant'Alessandro e Trescore e i finanziamenti alla Variante alla Sp 91 fino a Chiuduno - ha detto l'assessore Cattaneo - Regione Lombardia dimostra ancora una volta il proprio impegno e la propria attenzione al territorio bergamasco, pur in un momento difficile di tagli e di scarsità di risorse trasferite alle Regioni, favorendo la realizzazione di una viabilità più consona alle esigenze del territorio". La nuova arteria stradale è totalmente in trincea e ha una lunghezza di circa 2,7 chilometri. In precedenza, nel 2005, era già stato aperto al traffico un primo tratto funzionale da Ponte San Pietro (svincolo di Treviolo) all'intersezione con la S.P. 155 nel Comune di Bonate Sopra e, nel 2007, un secondo lotto funzionale, dalla rotatoria sulla S.P. 155 (termine del lotto precedente) all'intersezione con la S.P. 166 in Comune di Presezzo. L'assessore Cattaneo ha inoltre annunciato le tre priorità future per il territorio bergamasco: "la prima sarà la tangenziale sud di Bergamo, del valore di oltre 200 milioni di euro, che integra l'opera che inauguriamo oggi e completa il sistema di accesso alla città di Bergamo; la seconda è la variante di Zogno e la terza è il collegamento Lecco-Bergamo. Dopo tante parole sulle infrastrutture sono finalmente venuti i giorni della concretezza con la consegna e l'apertura dei cantieri". Il costo complessivo di tutta la variante di Bergamo è stato di 53,4 milioni di euro circa, di cui 10,4 milioni per il tratto dalla S.P. 166 alla S.S. 342 inaugurato oggi. "Va riconosciuto - ha detto Raimondi - che negli ultimi anni, grazie al pressing della Regione e delle forze politiche locali, Anas è riuscita a cambiare passo e a dare alle opere tempi più rispettosi delle esigenze delle comunità locali". "Ci impegneremo - ha concluso Raimondi - perché sia così anche per gli altri cantieri aperti".

  • Scrivimi

Credits