TAXI, RISPETTATI 3/4 PARAMENTRI DI QUALITA'

OGGI VERTICE IN REGIONE CON ASSESSORE CATTANEO E SINDACATI GLI ADEGUAMENTI TARIFFARI AUTOMATICI SCATTANO DALL'1 LUGLIO

(Milano, 08 Aprile) Convocato dall'assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, si è svolto questo pomeriggio il Tavolo sull'adeguamento automatico delle tariffe dei taxi del bacino aeroportuale in applicazione dell'intesa del 2008 e legati al raggiungimento di parametri di qualità. Oltre ai rappresentanti delle 21 categorie delle sigle sindacali dei tassisti, hanno partecipato all'incontro anche l'assessore ai Trasporti della Provincia di Milano, Giovanni De Nicola, i rappresentanti tecnici del Comune di Milano e altri esponenti politici e tecnici degli enti locali del bacino conurbato e di Sea. L'intesa del 2008 prevedeva un adeguamento tariffario massimo pari all'incremento dei costi di settore (calcolato al 50% sull'indice dell'inflazione generale e per il restante 50% sull'indice dell'inflazione del settore dei trasporti): tale indice per il 2010 è stato pari al 3,23%. L'adeguamento annuale delle tariffe sarà invece pari al 2,58%, cioè l'80% dell'inflazione maturata. La Regione, anche recependo ulteriori certificazioni fornite dalle associazioni di categoria dei tassisti, ha riconosciuto il raggiungimento di tre obiettivi su quattro previsti, vale a dire il numero di autovetture ecologiche, la disponibilità al pagamento elettronico, la conoscenza della lingua straniera e la disponibilità del servizio. Il 60,4% del parco auto ha dimostrato di avere caratteristiche ecologiche (ibride Euro 5 o Euro 4 con filtro anti particolato); il 44,7% dei circa 5300 taxi del bacino ha certificato di disporre dei sistemi di pagamento elettronico a bordo e il 50,1% ha autocertificato di possedere i requisiti minimi di conoscenza di una lingua straniera. Questo dato non risulta però confermato dalle verifiche a campionarie fatte da Regione Lombardia nel 2009, che hanno riscontrato una conoscenza nell'ordine del 20%. Il dato del 2010 sarà oggetto di controllo, con riserva di recupero al prossimo anno. Dal 2010 Regione Lombardia ha attivato appositi corsi di formazione. Il quarto parametro, quello che prevedeva che almeno l'80% delle auto fosse in servizio per non meno di 250 giorni l'anno, non è stato raggiunto perché rispettato solo da meno del 50% dei taxi. Gli effetti di questo adeguamento sono: - l'incremento della parte chilometrica della tariffa al 2,58%; - una modifica della bandiera festiva e notturna che si incrementa rispettivamente di 0,15 centesimi di euro passando da 5,10 a 5,25 e da 6,10 a 6,25. Resta invariata quella diurna a 3 euro e - un incremento di 5 euro di tutte le tariffe predeterminate eccetto la tratta Linate - Fiera.

Nel corso del Tavolo, Sea ha illustrato un progetto per migliorare l'accesso e l'organizzazione del servizio taxi a Malpensa che consentirà di diminuire il problema del rifiuto delle corse brevi da parte di alcuni taxisti, gli accodamenti impropri, la più efficace individuazione dei taxi regolari per combattere il fenomeno dell'abusivismo e l'accesso più comodo per gli utenti. E' stata anche condivisa l'opportunità di procedere all'implementazione del progetto. Gli aumenti come, previsto dall'intesa, decorreranno dal 1 luglio.
"Ci siano attenuti alla stretta applicazione di quanto previsto dall'intesa sottoscritta - è il commento dell'assessore Cattaneo - la rappresentanza dei tassisti avrebbe voluto ben di più, ma al termine di un confronto a tratti serrato la Regione - d'intesa con le altre istituzioni presenti - ha accolto solo ciò che era attinente all'applicazione dei parametri di qualità già condivisi. Proseguirà invece il confronto sugli altri temi dell'intesa che richiedono un aggiornamento, in un clima che mi auguro di collaborazione e non di contrapposizione con l'obiettivo di arrivare a un rinnovato accordo".

  • Scrivimi

Credits