Le reazioni di condanna del volantino con le minacce a Cattaneo.


FORMIGONI: PIENA E AFFETTUOSA SOLIDARIETÀ AD ASSESSORE 

"Esprimo la mia piena e affettuosa solidarietà all'assessore Raffaele Cattaneo, oggetto di una barbara aggressione da parte del sindacato Ugl Taxi che giunge addirittura a minacciarlo di morte". Con queste parole il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, esprime vicinanza all'assessore Raffaele Cattaneo. "Fa bene Cattaneo - prosegue Formigoni - a sottolineare di voler continuare a lavorare con serenità, ma certo non fanno bene alla democrazia esplosioni di violenza che giungono ai livelli più aggressivi e più vili". "Mi auguro e sono certo - conclude Formigoni - che a Cattaneo giungerà una solidarietà ampia e forte da parte di tutti".


CGIL, RESPINGERE VIOLENZA 

La Cgil della Lombardia esprime solidarieta' all'assessore ai Trasporti della Lombardia Raffaele Cattaneo, dopo la diffusione da parte dell'Ugl Taxi di un volantino di minacce nei confronti dello stesso assessore. La dichiarazione del rappresentante Ugl Taxi, disconosciuta dallo stesso sindacato, va non solo respinta ma combattuta con fermezza e senza la minima sottovalutazione - afferma la Cgil in una nota - la Cgil ha nella sua storia non solo contrastato ogni forma di violenza e terrorismo ma ha pagato per la difesa della democrazia. Da sempre siamo dalla parte della Costituzione e della legalita' che sono i principi fondanti del nostro Paese. All'Assessore Cattaneo va la piena solidarieta' di tutta la Cgil.


GALLI (LEGA), PIENA SOLIDARIETA' A CATTANEO

''Un gesto che va condannato nella maniera piu' assoluta'' e' il primo commento di Galli che aggiunge ''Non posso che esprimere piena solidarieta', a nome personale e dell'intero gruppo della Lega Nord, all'assessore Cattaneo, vittima di un preoccupante e delirante messaggio minatorio". Lo afferma il capogruppo della Lega Nord in Regione Lombardia, Stefano Galli commentando le minacce all'assessore Raffaele Cattaneo. ''Un atto gravissimo e vergognoso, dal quale il segretario regionale dell'Ugl bene ha fatto a dissociarsi immediatamente. Mi auguro che tutte le forze politiche, in maniera bipartisan, esprimano da subito la loro riprovazione per questo gesto ignobile'', conclude Galli.


MARTINA (PD): VERGOGNOSO VOLANTINO, SOLIDARIETÀ AD ASSESSORE

"Ho telefonato all'Assessore Raffaele Cattaneo per esprimergli la solidarietà del Partito Democratico lombardo di fronte al vergognoso volantino scritto da un rappresentante dell'Ugl taxi che mette in guardia l'assessore perchè, si legge, potrebbe avere "la stessa sorte di Marco Biagi". Una frase delirante che va condannata con durezza assoluta perchè chi ha a cuore il confronto civile e democratico deve fare fronte comune rispetto a queste inqualificabili dichiarazioni". Lo dichiara Maurizio Martina, segretario del Pd Lombardia.


CENTRELLA (UGL), MI SCUSO CON CATTANEO SOSPESO L'AUTORE DEL VOLANTINO

''Esprimiamo la piena solidarieta' e le piu' sentite scuse all'assessore ai Trasporti della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, dopo il grave atto intimidatorio da lui subito ma che non rispecchia assolutamente il pensiero della Confederazione''. Lo dichiara Giovanni Centrella, segretario generale dell'Ugl, commentando la notizia di un volantino contenente minacce indirizzate al rappresentante istituzionale e spiegando che ''l'Ugl Trasporti ha provveduto a sospendere l'autore del gesto da ogni incarico e a deferirlo ai Probiviri, perche' atti del genere non fanno altro che ledere la dignita' della persona e dell'istituzione democratica che rappresenta''. ''Gesti simili - conclude - sono estranei in qualsiasi modo alla nostra politica ed e' per questo che ci dissociamo totalmente da quanto accaduto''.


MINACCE A ASSESSORE CATTANEO, SOLIDARIETÀ ROSSONI 

 "Voglio manifestare la mia vicinanza e piena solidarietà all'amico e collega assessore Raffaele Cattaneo, vittima di un attacco violento e inaccettabile da parte di UGL Taxi". Lo ha dichiarato l'assessore regionale all'Istruzione, Formazione e Lavoro Gianni Rossoni. "I toni minacciosi utilizzati - ha proseguito Rossoni - sono incompatibili con l'ordinamento democratico e risultano altresì offensivi per la memoria del rimpianto Biagi, assassinato per aver messo la propria intelligenza a servizio del bene comune". "Mi auguro - ha concluso l'assessore - che nessuno abbia interesse a inasprire gli animi e che ogni forza responsabile si dissoci da simili episodi di intolleranza. Ringrazio l'assessore Cattaneo per il lavoro che quotidianamente svolge a favore dei cittadini lombardi e lo invito a proseguire con serenità nel suo prezioso operato".


FILT CGIL: DICHIARAZIONI VANNO RESPINTE CON FERMEZZA

"La dichiarazione di un rappresentante Ugl taxi, disconosciuta dallo stesso sindacato, che minaccia di far fare all'assessore Raffaele Cattaneo la stessa fine che le Brigate Rosse fecero fare al giurista Marco Biagi, vanno non solo respinte ma combattute con fermezza e senza la minima sottovalutazione. La Cgil ha nella sua storia non solo contrastato ogni forma di violenza e terrorismo ma ha pagato per la difesa della democrazia. Da sempre siamo dalla parte della Costituzione e della legalità che sono i principi fondanti del nostro Paese. All'Assessore Cattaneo va la piena solidarietà di tutta la Cgil". E' quanto si legge in una nota della Filt Cgil. "Allo stesso tempo - prosegue il sindacato - sarebbe auspicabile che, oltre a respingere i contenuti del volantino di Ugl taxi si esprimesse, con ben altra sollecitudine e convinzione politica e morale, distanza dalle prese di posizione, o meglio dalle farneticazioni, che abbiamo letto sui muri di Milano ove si associa la Magistratura alle Brigate Rosse. La violenza ed il venir meno dei principi costituzionali, a maggior ragione a pochi giorni dal 25 Aprile, vanno rigettati con fermezza. Magari senza attendere che sia il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, o il Cardinale Dionigi Tettamanzi ad interpretare i sentimenti democratici presenti nel Paese e nel mondo del lavoro".


PD, ALTRO SEGNALE IMBARBARIMENTO

Emanuele Fiano, presidente forum Sicurezza e Difesa del Partito Democratico, in una nota afferma: "Scioccante e inaccettabile il volantino dell'Ugl che ipotizza per l'assessore lombardo Cattaneo la stessa sorte terribile di Marco Biagi. Anche se fosse opera di un delegato isolato, come afferma il sindacato stesso, e' pur sempre un ulteriore segnale di un imbarbarimento non solo del linguaggio ma anche delle idee che circolano nel confronto pubblico. A queste idee bisogna dire sempre e comunque no senza incertezze di parte o scusanti generiche. Nessuno puo' scherzare su cio' che ha rappresentato in Italia la stagione del terrorismo".


DE CORATO: "PIENA SOLIDARIETÀ AD ASSESSORE"

"Piena solidarietà all'assessore Raffaele Cattaneo e ferma condanna all'autore del volantino intriso di deliranti minacce. Evocare la figura di uno dei tanti giuslavoristi uccisi (perché oltre a Marco Biagi c'è anche Massimo d'Antona) è un fatto preoccupante. Perché non vanno sottovalutati i recenti attacchi subiti da un altro giuslavorista, Pietro Ichino. C'è bisogno da parte di tutti di un rasserenamento degli animi. E serve isolare quei soggetti che soffiano sul fuoco e avvelenano il clima. E mi auguro che almeno su questo punto ci sia un atteggiamento bipartisan. La via della mediazione, della conciliazione, rimane sempre la strada maestra nelle controversie. Ma nulla può giustificare l'utilizzo della violenza". Lo afferma il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza e al Traffico Riccardo De Corato.


VALENTINI (PDL): "GESTO GRAVE, TOTALE SOLIDARIETÀ" 

"Esprimo la mia totale solidarietà nei confronti del collega, e amico, Raffaele Cattaneo. Le minacce di morte che gli sono state rivolte da parte del sindacato Ugl Taxi rappresentano un gesto di una gravità inaudita che non può e non deve essere minimizzato. Sono tuttavia certo che queste intimidazioni indegne non riusciranno a condizionare l'operato dell'assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione che ha il pieno sostegno del gruppo Pdl e di tutti quei lombardi che rifiutano categoricamente ogni tipo di violenza". Così il capogruppo del Pdl In Regione Lombardia Paolo Valentini esprime la sua solidarietà all'assessore ai Trasporti della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo fatto oggetto di minacce da parte del sindacato Ugl Taxi.


PODESTÀ: "GESTO VILE FRUTTO CLIMA ESASPERATO"

"Desidero esprimere la solidarietà dell'Ente e mia personale all'assessore regionale ai Trasporti Cattaneo, oggetto di minacce culminate oggi con la diffusione di un delirante volantino che, addirittura, arriva ad augurare all'amico Raffaele la stessa sorte del giuslavorista Marco Biagi, assassinato, il 19 marzo 2002, dalle Brigate Rosse". Lo ha dichiarato, oggi, il presidente della Provincia, Guido Podestà. "Considero questo gesto vile riconducibile al clima esasperato che, purtroppo, negli ultimi tempi trasforma in scontro ideologico qualsiasi confronto".



BONI: "NO STRATEGIA VIOLENZA PER AFFERMARE RAGIONI"

"Piena solidarietà all'Assessore Cattaneo per le gravissime minacce ricevute. Non è con la strategia del terrore e della violenza che si possono fare ascoltare le proprie ragioni. La strada vincente resta sempre e comunque quella del dialogo. Gesti come questi devono essere condannati duramente da qualsiasi formazione politica e sindacale". Così il presidente del Consiglio della Regione, Davide Boni, ha commentato le minacce rivolte all'assessore Raffaele Cattaneo.



DAPEI: "FERMA CONDANNA E SOLIDARIETA' AD ASSESSORE"

"Ho avuto il piacere e l'onore di lavorare con l'assessore Raffaele Cattaneo, peraltro anche al tavolo delle vertenze "taxi" , e voglio esprimergli la piena solidarietà per le minacce di cui è stato oggetto; minacce che hanno la mia più ferma e totale condanna". Così il presidente del Consiglio provinciale di Milano, Bruno Dapei, a proposito del volantino scritto da un rappresentante dell'Ugl taxi in cui veniva ipotizzata per l'assessore Cattaneo la stessa sorte di Marco Biagi. "E' un attacco che lascia senza parole - prosegue Dapei - non solo per l'inaccettabile violenza verbale, ma anche perché conosco personalmente Cattaneo come persona attenta al dialogo e all'ascolto". "La decisione del segretario nazionale dell'Ugl di sospendere immediatamente l'autore di questo scempio - conclude - mi sembra sacrosanta".



CASTELLI, SOLIDARIETA' A CATTANEO

"In merito al vergognoso volantino del sindacato Ugl Taxi indirizzato all'assessore regionale Raffaele Cattaneo, desidero esprimere la mia piena solidarieta'. Leggo con viva preoccupazione queste deliranti affermazioni, nelle quali si puo' ravvisare l'istigazione a delinquere. Evidentemente ci sono persone che non riescono a comprendere il peso di cio' pensano e ancor peggio di cio' che scrivono". Lo dichiara il Vice Ministro della Lega Nord senatore Roberto Castelli.



MINACCE AD ASS. CATTANEO, SOLIDARIETA' GIBELLI

"Esprimo piena solidarietà all'assessore Raffaele Cattaneo per l'inqualificabile gesto di cui è stato vittima". Lo ha detto il vicepresidente e assessore all'Industria e Artigianato di Regione Lombardia Andrea Gibelli, commentando le minacce all'assessore Cattaneo. "Sono comportamenti gravissimi - ha continuato Gibelli - che devono essere condannati da tutte le forze politiche".



UDC LOMBARDIA: "ATTO FIGLIO DI CLIMA PESANTE"

"Massima solidarietà" arriva dai vertici regionali dell'Unione di Centro in Lombardia all'assessore Raffaele Cattaneo in merito al volantino firmato dall'Ugl Taxi Lombardia. In una nota sottoscritta dal Coordinatore regionale, Savino Pezzotta e dal capogruppo centrista al Pirellone, Gianmarco Quadrini, l'Udc esprime una "sentita vicinanza a Cattaneo e lo sprona a continuare la propria attività politica con passione e coraggio". "L'assessore Cattaneo non è solo. Giunga a lui il nostro sostegno e il nostro impegno a dire basta, perché questo vile atto - si legge nella nota - è figlio di un clima pesante di odio e contrapposizione che sta avvelenando il dibattito politico a ridosso delle elezioni. La buona politica deve impegnarsi ad abbassare i toni e farsi carico di isolare coloro che gettano benzina sul fuoco con manifesti idioti e condannare ogni tipo di minaccia".



FIANO (PD), IMBARBARIMENTO POLITICA

Pesanti critiche al volantino diffuso dall'Ugl che ha paventato la possibilita' per l'assessore ai Trasporti della Lombardia Raffaele Cattaneo, di "fare la stessa fine di Marco Biagi", arrivano da Emanuele Fiano, presidente del forum Sicurezza e Difesa del Partito Democratico. "Anche se fosse opera di un delegato isolato, come afferma il sindacato stesso, e' pur sempre un ulteriore segnale di un imbarbarimento non solo del linguaggio ma anche delle idee che circolano nel confronto pubblico - afferma Fiano in una nota - a queste idee bisogna dire sempre e comunque no senza incertezze di parte o scusanti generiche. Nessuno puo' scherzare su cio' che ha rappresentato in Italia la stagione del terrorismo".



PENATI: "SOLIDARIETÀ PER VERGOGNOSO ATTACCO"

"Un attacco vergognoso, una vera e propria aggressione che evoca i fantasmi di un'epoca di violenza che vogliamo sia chiusa per sempre". Il vicepresidente del Consiglio regionale, Filippo Penati commenta così il volantino diffuso da un rappresentante dell'Ugl taxi, che minaccia l'assessore ai Trasporti in Regione Lombardia di avere la stessa "sorte di Marco Biagi". " Si tratta - afferma Penati- di un gesto violento che va condannato con fermezza. All'assessore Cattaneo va la mia più viva solidarietà".



VOLANTINO CONTRO ASSESSORE CATTANEO

Secondo il segretario generale della Cisl Lombardia, Gigi Petteni ''nessuna giustificazione e' possibile. Quando al confronto, alla discussione e alla trattativa si sostituiscono le minacce di morte siamo alla barbarie''.
''La condanna decisa del volantino, l'isolamento del soggetto che l'ha espressa e la solidarieta' totale all'assessore Cattaneo minacciato -sottolinea Petteni- sono la risposta necessaria e minima a questo fatto, che purtroppo e' solo l'ultimo di molti gesti intimidatori che sempre piu' frequentemente sono usati nelle battaglie politiche e sindacali".
"La nostra presenza al tavolo della trattativa e l'isolamento dei responsabili di questo grave atto -conclude il sindacalista- saranno la risposta puntuale che la Cisl intende dare''.



"SCANDALO E STORDIMENTO,SOLIDARIETÀ AD ASSESSORE"

"Nei confronti di un comunicato che provoca scandalo e stordimento prendo atto con soddisfazione che l'UGL, che si è sempre dimostrato un sindacato serio e moderato, abbia scisso immediatamente la sua posizione dalle responsabilità dell'autore dello stesso. Con l'occasione esprimo la mia piena solidarietà all'assessore Cattaneo e la speranza che questo imbarbarimento della vita civile della nazione subisca al più presto un notevole abbassamento dei toni". Lo afferma l'assessore provinciale alle Infrastrutture, Giovanni De Nicola.



PALMERI: "SEGNO PREOCCUPANTE CLIMA TESO" 

"Ho espresso personalmente totale solidarietà all'Assessore Raffaele Cattaneo, destinatario di un volantino contentente parole che escono dalla normale dialettica. È anormale infatti pensare a un paragone così violento come l'atto che ha colpito a morte Marco Biagi. Bene ha fatto l'UGL TAXI a prendere le distanze da questo delirio incivile che testimonia un clima teso e un indebolimento dei punti fermi del libero confronto democratico". Lo ha detto Manfredi Palmeri, Candidato sindaco di Milano.



SOLIDARIETA' BIPARTISAN CATTANEO

''Gesti come questi devono essere condannati duramente da qualsiasi formazione politica e sindacale'' ha aggiunto il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Davide Boni, dando la sua solidarieta' a Cattaneo per le minacce. Oltre a Boni ha dato la propria solidarieta' a Cattaneo anche la consigliera regionale di Sinistra e liberta' Chiara Cremonesi e il vicepresidente della Regione Andrea Gibelli. ''Questi - ha detto Gibelli - sono comportamenti gravissimi - che devono essere condannati da tutte le forze politiche''.

  • Scrivimi

Credits