NESSUNO STOP PER ARCISATE-STABIO

L'ASSESSORE: LA PRESENZA DI ARSENICO NEL TERRENO E' NATURALE

(Milano, 20 set) L'arsenico presente nel terreno del cantiere del collegamento ferroviario Arcisate-Stabio è una presenza naturale, non è un rifiuto e non necessita di alcuna bonifica. E' quanto emerso dal Tavolo per l'Arcisate-Stabio convocato oggi dall'assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo, al quale hanno partecipato i tecnici dell'Assessorato all'Ambiente e al Territorio di Regione Lombardia, i tecnici della Provincia di Varese, sindaci e assessori del territorio e i rappresentanti dell'impresa costruttrice, di Rfi Italfer e di Arpa. "Gli esiti di questa riunione ci rendono tutti molto più sereni rispetto alla prosecuzione dei lavori - ha detto Cattaneo - l'arsenico all'interno del terreno, come unanimemente convenuto, è caratteristico della formazione naturale di quel territorio e dunque non desta alcuna preoccupazione. La terra di scavo movimentata dal cantiere può essere considerata per questo motivo un sottoprodotto della sua attività e come tale potrà essere trattata, poiché non comporta rischi aggiuntivi per l'ambiente né tantomeno per l'uomo". La riunione è proseguita con la volontà da parte di tutti di trovare una soluzione che renda il più possibile riutilizzabile il materiale prodotto dalle attività del cantiere. "Il processo autorizzativo - ha dichiarato l'assessore -proseguirà con la relazione che Rfi presenterà la settimana prossima e che sarà valutata dall'Arpa. L'indirizzo condiviso è dunque quello di continuare secondo le previsioni del progetto approvato, ovvero che 500.000 metri cubi vengano riutilizzati all'interno del cantiere, mentre altri 800.000 possano essere commercializzati attraverso i siti che abbiano le caratteristiche per il conferimento e la lavorazione del materiale e che dovranno essere individuati in collaborazione con Arpa, Regione Lombardia e Provincia di Varese". "Parliamo di un'opera importante per il territorio - ha concluso l'assessore Cattaneo -, che finora ha proceduto molto bene nel rispetto dei tempi, come confermato anche dai nostri amici svizzeri: oggi c'è stato l'impegno unanime di tutti perché si possa continuare su questa strada". 

VARIANTE ARCISATE-BISUSCHIO - Oggi si è tenuto anche un incontro per la realizzazione della variante Arcisate-Bisuschio. Dopo la consegna dei lavori da parte di Anas, lo scorso 9 settembre, è stato oggi è stato compiuto un aggiornamento sull'opera, nel corso del quale è stato confermato che i lavori inizieranno tra la fine di ottobre e la prima settimana di novembre, dopo le attività di verifica bellica.

  • Scrivimi

Credits